venerdì 8 luglio 2016

In giardino e nell'orto con Maria Montessori: un progetto lungo un anno intero


Educazione cosmica, educazione alimentare, psicomotricità, vita pratica, educazione linguistica e matematica, conoscenza e rispetto dell'ambiente: tutto questo è racchiuso nello straordinario progetto "In giardino e nell'orto con Maria Montessori"  che ha visto coinvolti i bambini della sezione ad ispirazione montessoriana per l'intero anno scolastico.

Ci siamo lasciati a novembre, mese in cui i bimbi hanno seminato fava, favino e cipolla. Dopo la pausa dei mesi tradizionalmente più freddi,  i lavori sono ripresi a febbraio con la pulitura dell'orto da rami, foglie ed erbacce per prepararlo alle nuove semine del mese seguente.


Pulitura dell'orto
A febbraio i bimbi hanno seminato in vaso il pomodoro costoluto , trapiantato le piantine di insalata canasta in cassetta e seminato il pomodoro nano in vaso a metà marzo. Quest'ultimo lavoro ha visto la partecipazione di Fernando Staccoli, noto rivenditore di articoli e attrezzatura per l'agricoltura ed ex-sindaco di Montegridolfo. Il graditissimo ospite è stato ben accolto dai bambini incuriositi dalle sue spiegazioni. 

Trapianto dell'insalata canasta

Successivamente si è passati alla semina a terra della patata primura e a fine aprile i bimbi hanno trapiantato le fragole a terra in consociazione con fagiolini. I fagiolini sono stati seminati anche in vaso per confrontare i risultati della semina a terra con quelli della semina in vaso. La consociazione, ovvero la coltivazione contemporanea di piante di specie diversa sullo stesso appezzamento di terreno, rende evidente e concreto agli occhi dei bambini il concetto di mutuo aiuto e valorizzazione della diversità.

Semina in vaso di semi di girasole

Innaffiatura di bietole e insalata

Semina delle patate

Trapianto delle fragole e dei fagiolini

Maggio è stato un mese di lavoro molto intenso per i piccoli ortolani: a inizio mese hanno trapiantato a terra il pomodoro costoluto, seminato precedentemente in vaso, in consociazione con il prezzemolo. Poi sono stati seminati in vaso i semi di girasole di zucchina e infine la messa a terra dei pomodori nani e il trapianto di erba cipollina, rucola, lavanda, bietole e insalata.

La parte più divertente e gratificante è stata probabilmente quella del raccolto durante la quale i bambini hanno potuto toccare letteralmente con mano i frutti del loro lavoro, che sono stati poi consegnati alla cuoca Graziella e trasformati in una buonissima pietanza da gustare a pranzo.  


Raccolta delle fave
Il brulicante microcosmo dell'orto, privilegiato osservatorio naturale, ha permesso ai bimbi di scrutare e partecipare al ciclo della vita e di fare inaspettati incontri con i suoi piccoli abitanti.


In classe la conoscenza è stata oggetto di ulteriore approfondimento grazie alle nomenclature predisposte dalle insegnanti, alle letture dei libri sugli insetti,  all'osservazione e manipolazione delle riproduzioni scientifiche e al tavolo della natura, lo spazio adibito alla raccolta e alla classificazione degli elementi naturali. Infine l'entusiasmante visita al Centro Studi Naturalistici della Valconca ed in particolare alla sua sezione entomologica ha offerto ai bimbi la possibilità di ampliare e sistematizzare quanto appreso durante l'anno.

Visita al Centro Studi Naturalistici della Valconca

Nomenclature degli insetti
Il ciclo di vita della cocinella

Grazie allo splendido lavoro delle mamme Elisa, Erica, Antonella, Martina e Roberta e ovviamente alla disponibilità delle maestre Sabrina e Daniela che hanno reso possibile tutto ciò.

Nessun commento:

Posta un commento